Questo blog è stato spostato su Strategievincenti.net, lì troverai tutti gli articoli aggiornati e i commenti più recenti !
 

Leggi un libro alla settimana

27 ottobre 2006
Tempo fa Steve Pavlina ha pubblicato un articolo in cui esponeva i vantaggi del leggere un libro alla settimana.

Brian Tracy nel libro Time Power spiega che leggere in media un libro alla settimana, implica leggere una cinquantina di libri all'anno e che ciò vi farà diventare in sette anni un esperto internazionale nel settore in cui vi siete dedicati alla lettura !

Vediamo quali altre conseguenze ha l'acquisizione dell'abitudine di leggere un libro alla settimana.

Otterrai che avrai imparato moltissime cose nel campo in cui ti sei applicato, ma, paradossalmente, si espanderà anche la tua ignoranza !
Prova ad immaginare la tua conoscenza in un qualsiasi campo come un cerchio: dentro al cerchio sta ciò che sai, all'esterno ciò che non sai. La circonferenza del cerchio rappresenta la tua consapevolezza di ciò che non sai. In questo modo più impari, più cresce l'area del cerchio, ma maggiore diventa anche la circonferenza. Perciò più impari, più diventi cosciente di ciò che devi ancora imparare. Contrariamente a quanto possa sembrare, ciò è una cosa molto positiva, poichè passi da una inconsapevole ignoranza, in cui non sai bene in che direzione muoverti, ad un'ignoranza consapevole, in cui sai ciò che non conosci e puoi decidere con consapevolezza in quale direzione vuoi espandere la tua crescita.

Ma non avrai beneficio soltanto da ciò che hai letto ed imparato, ma anche dall'abitudine di leggere quotidianamente, infatti così facendo alleni la tua mente ad apprendere nuove informazioni. Il tuo modo di pensare diventerà più flessibile e acuto. Il tuo cervello elaborerà continuamente nuove idee, cercherà continuamente nuove connessioni. Ogni giorno alimenterai il tuo cervello con nuove idee, che esso dovrà integrare nel sistema di conoscenze esistente. Leggere frequentemente aumenterà la tua attività neuronale anche quando non staraii leggendo.
Leggere è come fare esercizio fisico, con la differenza che alleni il cervello al posto del tuo corpo.
Così come tonificare il corpo richiede l'abitudine di un regolare esercizio fisico, allo stesso modo tonificare il tuo cervello richiede l'abitudine di leggere regolarmente. Infine allo stesso modo in cui la carenza di esercizio fisico porta all'atrofia dei muscoli, parimenti la carenza di esercizi mentali porta all'atrofia del cervello.

Io non arrivo a leggere un libro alla settimana, però tutte le sere prima di andare a dormire leggo qualche pagina di un libro o qualche articolo stampato da internet, in entrambi i casi il tema è quasi sempre la crescita personale. Questa per me è diventata ormai una abitudine. Oltre ad avere l'effetto positivo di farmi crescere, essa ha anche soppiantato quasi del tutto un'abitudine che non mi arrichisce molto, cioè la visione della TV. Ormai non la guardo praticamente più, fanno eccezione soltanto alcune puntate di CSi e Criminal Intent, che un parente abbonato a SKY mi registra, e le gare di MotoGp di Valentino Rossi (anche queste le registro per guardarmele quando trovo un po’ di tempo durante la domenica).

Di recente sono diventato pappà e, come amici e parenti mi avevano pronosticato, l'avvento di mia figlia ha buttato all'aria gran parte delle mie abitudini.
Per esempio, io mi alzavo tutti i giorni alle 5 di mattina e cominciavo la giornata con quello che io chiamo risveglio muscolare, poi colazione abbondante e via in ufficio, dove arrivavo alle 7. Quell'ora e mezza subito all'inizio della giornata in cui il telefono ancora tace e nessuno ti piomba in ufficio con qualche richiesta urgente è a mio avviso preziosissima. Mi permette di iniziare la giornata e riuscire a concludere subito qualcosa, inoltre psicologicamente mi fa venire meno i sensi di colpa quando alla sera tra le 17.30 e le 18.30 voglio tornarmene a casa.
Un'altra mia abitudine, anche se non proprio giornaliera, è quella di bloggare. In realtà non pubblico un articolo tutti i giorni, ma la ricerca del materiale, la scrittura dell'articolo, le ottimizzazioni sul template e sulle funzioni dei miei blog, sono un impegno quasi quotidiano.
Ebbene l'avvento di mia figlia ha istantaneamente resettato tutte queste mie abitudini.
La prima settimana sono stato in ferie a casa, ad occuparmi esclusivamente di mia figlia.
Una neonata è una cosa totalizzante, inoltre mia figlia è anche la primogenita, perciò ogni cosa per me è nuova e sconosciuta.
La seconda settimana è stato il lavoro a reclamare a gran voce il mio tempo.
Questa è la terza settimana e sto cercando di ristabilire un mio equilibrio e ho notato che la primissima abitudine di cui sentivo proprio un bisogno fisico di ristabilire,  è stata quella di leggere qualche articolo di crescita personale. Penso che il motivo sia duplice, da una parte quando uno ha la curiosità e la passione per la crescita personale, essa diventa come un virus che ti infetta e che non ti togli più; dall'altra faccio attualmente un lavoro che non mi soddisfa del tutto e abbassa il mio livello di consapevolezza, perciò ho bisogno, per riequilibrarmi e stemperare la frustazione, di rielevarla leggendo qualcosa che mi arrichisca a livello personale.

Lascia che il virus della crescita personale contagi anche te: dedica tutti i giorni un'ora alla tua formazione. Scegli l'argomento e provaci per qualche settimana, poi fermati e valuta se ne è valsa la pena. Per capirlo, chiediti se questo esperimento ti ha in qualche modo arricchito. Se la risposta è affermativa, continua; se è negativa, hai comunque imparato qualcosa, sia dalle letture che hai fatto, sia dalla consapevolezza che leggere quotidianamente non fa per te.

Articoli correlati:


Categorie:


Se hai trovato utile questo articolo, per favore:
Commenti:
Leggo un libro a settimana (di media, poi dipende dall'"intensità" del libro stesso) da una vita. E guarda che pazza disadattata che sono!!!
Guardate la De Filippi!!!! E' meglio!!!
 

No, peggio della De Filippi non ci credo !

Hai provato a non leggere più i libri di Costanzo ? ;-)
 


Posta un commento



Collegamenti a questo articolo:

Crea un link



<< Home