Questo blog è stato spostato su Strategievincenti.net, lì troverai tutti gli articoli aggiornati e i commenti più recenti !
 

Email: 2 tecniche antispam

20 maggio 2007
Una delle modalità classiche (in realtà purtroppo non è l'unica) mediante le quali si finisce in pasto agli spammers è l'immissione del proprio indirizzo di posta elettronica su siti web per potersi iscrivere a qualche servizio oppure poter scaricare qualche cosa. Per aggirare questo problema uso due semplici tecniche.

Caso 1: una botta e via
Quando voglio accedere ad un servizio o scaricare qualcosa e sono sicuro che non voglio più avere contatti con tale sito uso servizi di fakemail tipo Mailinator oppure Pookmail. Il loro funzionamento è molto semplice:


Mailinator riceve ogni mail con qualsiasi nome di account e lo conserva per breve tempo (circa un giorno), dopo di che cancella in automatico le mails che eventualmente sono arrivate.
Capita per esempio che su alcuni siti prima di poter scaricare un file ti chiedano l'indirizzo email. Una volta che è stato immesso, alcuni siti fanno partire automaticamente il download, altri invece ti mandano il link per il download all'indirizzo di posta appena immesso. In questo ultimo caso basta andare sulla homepage di Mailinator e immettere nell'apposita casellina il famoso quellochevuoi che hai scelto pocanzi e cliccare il bottone, etvoilà: hai accesso alla mail con il link per il download e non ti devi preoccupare di svuotare la casella di posta, né delle eventuali mail di spam che d'ora in poi potrebbero arrivare a tale indirizzo.
NOTA BENE
: non essendo tali accounts di posta protetti da una password, chiunque immetta il nome dell'account che tu hai scelto (in questo esempio quellochevuoi), potrà leggere la tua mail. Provare per credere, per esempio con abc oppure john.

Caso 2: non so ancora se mi piacerai
Quando invece voglio iscrivermi ad una nuova newsletter di crescita personale oppure di qualche nuovo guru del marketing online che ti promette di fare un sacco di soldi in pochissimo tempo, voglio provare il servizio e vedere se è interessante e poi decidere se voglio continuare ad usufruire del servizio. Purtroppo a volte quando ci si iscrive ad un servizio si riceve un sacco di altra roba che non si vorrebbe, oppure a volte pur dando la disdetta all'iscrizione si continua a ricevere posta da alcuni siti.
Per questi motivi mi sono creato un account di posta su Gmail che mi faccia da filtro.
Gmail ha 3 grosse qualità:

In questo modo, una volta che mi sono convinto che una newsletter mi interessa, inoltro la newsletter al mio indirizzo primario di posta elettronica. Il bello di questo sistema è che, non apppena mi stufo di una newsletter, è sufficiente che io disabiliti l'inoltro dall'account-filtro a quello primario, senza preoccuparmi se l'unsubscribe sia efficace oppure no.

Articoli correlati:

Categorie: , ,

Se hai trovato utile questo articolo, per favore:
Commenti:
Posta un commento



Collegamenti a questo articolo:

Crea un link



<< Home