Questo blog è stato spostato su Strategievincenti.net, lì troverai tutti gli articoli aggiornati e i commenti più recenti !
 

Chi sono i lettori di Ottantaventi blog ?

14 giugno 2007
Ho da poco letto il commento lasciato da Massimo (suppongo sia Massimo Mazzoli autore del blog Metodi e tecniche per riscoprire se stessi) al mio articolo in cui spiegavo le motivazioni che mi portano a scrivere su questo blog. Come da me esortato alla fine di tale post, Massimo ha condiviso la sua motivazione nei commenti. Anche per me una della motivazioni è quella di mettere a disposizione del prossimo le mie esperienze e far conoscere le tecniche che sono risultate essere efficaci per me a più persone possibili.

La parte conclusiva del commento di Massimo mi ha di nuovo fatto riflettere sul linguaggio da adottare sul mio blog. Da una parte vorrei che tecniche, come per esempio il GTD o il Principio di Pareto, venissero applicati da tutti, anche dal "uomo della strada" (come direbbe Nicola Savino di Radio Deejay), o da chi non leggerebbe mai un libro (come dice Massimo), perciò cerco di usare un linguaggio semplice e il più possibile privo di termini anglofoni (di cui per esempio il GTD è zeppo e che, leggendo molto spesso blogs in lingua inglese e avendo studiato sul libro in versione tedesca, sono profondamente radicati in me). Dall'altra, mi sembra di capire che tutto sommato è estremamente raro che tale "uomo della strada" finisca a leggere il mio blog e perciò tenderei ad adottare un linguaggio più "internazionale", più in linea con la maggioranza dei lettori di questo blog.

Poi ci ho riflettuto sopra un po', perchè è sì vero che spulciando le statistiche del blog si scoprono un sacco di cose, ma non è che si viene a sapere proprio tutto. Perciò mi sono incuriosito e mi sono chiesto, ma...

Chi sono i lettori di questo blog ?

Mi piacerebbe che proprio tu che stai leggendo questo post, lasci un commento per far sapere qualcosa di te a questa "piccola comunità" di lettori di questo blog. Sarebbe bello se tu lasciassi almeno il tuo nome (o pseudonimo), età, sesso (qualora non lo si capisca inequivocabilmente dal nome/pseudonimo) e sei sei un lettore abituale o se ci sei capitato per caso. Se poi vuoi aggiungerci dettagli personali, pareri su questo blog, come hai scoperto Ottantaventi, links a eventuali tuoi siti o blog (se questo aiuta a farti conoscere meglio e non degenera nello spam) o quantaltro tu voglia, fallo pure.

Sono veramente curioso di scoprire qualcosa di più di ciascuno di voi.

Categorie:

Se hai trovato utile questo articolo, per favore:
Commenti:
Luca - Musicomane, quasi 27 anni, capitato per caso sul tuo blog :) Mi sono iscritto ai feed e leggo ogni aggiornamento: da poco mi interesso di miglioramento personale, la tua è una delle fonti che seguo.

Ciao!
 

Marco, quasi 32 anni.
Mi interessa GTD ma nutro ancora qualche dubbio se utilizzarla quotidianamente in ambito lavorativo...
 

Luciano, oltre 41 anni (uau non l'avevo mai scritto, così, in cifre, sembrano di più).

Arrivato quì da Google cercando di capire com'era la situazione del GTD in Italia.

Lettore abituale, mi piacciono gli articoli sulla produttività e la crescita personale. In particolare quelli sulle battaglie familiari per la pulizia degli armadi :-)

Mi piacciono meno quelli su agloco e simili.
 

Amor - mamma, 34 anni e mezzo, dopo due gravidanze passata dal ruolo di responsabile della qualità a quello di centralinista in una media azienda informatica torinese. Sono arrivata al tuo blog e mi piace moltissimo... vai avanti così, un giorno lo farò anch'io. SPERO!
 

39 anni, non ricordo come sono capitato su questo blog, ma l'ho segnato via feed nel google reader...
probabilmente per via del GTD, al quale è diretto il mio interesse di questi tempi...

un saluto
 

Sono contento che alcuni dei miei lettori abbiano preso il coraggio di fare outing e confessare che leggono... sì, proprio Ottantaventi blog :-))))))

@Luca
ignoravo il tuo blog, gli ho dato una scorsa velocissima; stai vivendo una bellissima esperienza in Australia e hai anche un bel modo di scrivere, sei un buon osservatore. Ti leggerò ancora.

@Marco
Il miglior modo per toglierti i dubbi è provare !.
La tecnica perfetta per questi casi è quella dei 30 giorni di prova (leggiti il mio post, troverai anche un modulo scaricabile e stampabile per aiutarti nella prova): ti dedichi con assoluto impegno ad adottare il GTD per 30 giorni, alla fine dei quali deciderai. Se avrai avuto benefici, continuerai; se non li hai avuti, va bene lo stesso, perchè allora avrai la certezza che non fa per te e avrai la mente sgombra per cercare qualcosa di più adatto a te.

@Luciano
porta pazienza, perchè sul mio blog non parlerò soltanto di produttività. I miei interessi si stanno espandendo e ho in mente di scrivere di alcuni argomenti totalmente nuovi per me.
Un consiglio per il tuo blog: dovresti attivare l'opzione dei permalinks (cioè quell'opzione che ti salva i nomi dei files dei posts con il titolo del post stesso, così facendo i tuoi posts vengono indicizzati notevolemente meglio sui motori di ricerca e sarà più facile trovarli. Prova a leggere qui, potrebbe esserti utile.

@Amorben
Caspita Amor, non voglio pensare a dove si trovi la tua motivazione. Il mondo del lavoro in Italia non è ancora pronto a saper cogliere il potenziale di una donna che è anche mamma.
Per quanto riguarda il tuo progetto del blog: come un giorno ???
Esso esiste già !
Quale migliore occasione per applicare il GTD ?
Prendi un foglio (elettronico o cartaceo, come ti pare), in alto scrivi Progetto BLOG e poi per ogni riga scrivi un'azione che devi compiere per portare avanti il tuo progetto. E' importante che ogni riga sia una singola azione, questa scomposizione in piccoli passi ti evita, non appena avrai un breve periodo di tempo da dedicare al tuo progetto, di poter agire subito, senza dover pensare e ridecidere di nuovo quale sia l'azione giusta da compiere. Io faccio proprio così con il mio blog, tanti articoli li ho scritti sul palmare o con una tavoletta portablocco mentre portavo a spasso in carrozzina mia figlia per il riposino pomeridiano, in viaggio in macchina, in bagno, in aereoporto etc.
Continua da dove hai iniziato: l'inizio è ottimo e nelle aziende c'è tanto bisogno di efficienza ed efficacia. In bocca al lupo !

@ tutti gli altri lettori
continuate a lasciare i vostri commenti e gli indirizzi dei vostri blogs/siti

ciao
alexander
 

@Amorben
contattami via mail (ottantaventi su gmail), ho una cosa da mandarti.

ciao
alexander
 

Grazie per il consiglio.

Quella del nome del titolo sui permalink era una cosa che volevo fare sin dall'inizio, ma è scivolata nella someday/maybe list perché è un problema a livello di server, più elevato delle mie conoscenze tecniche attuali. Probabilmente ci riuscirò nel corso dell'estate.
 

25 anni, siculo espatriato per lavoro in qualsiasi parte del mondo fuorché la mia terra.

Indaffarato a combattere la stanchezza del lavoro da cameriere mentre cerca di far decollare un progetto che forse, un giorno, non gli farà rimpiangere di aver lasciato la web agency in cui lavorava.

Sei nei miei feed e leggerò altro di te. Per adesso praticamente ho visto un paio di righe a stento.

A presto.
 

Enrico - Informatico, 40 anni suonati.
Sono interessato al mondo del self-management e dell'utilizzo "intelligente" delle risorse.
Sono arrivato cercando siti di lifehacks in Italiano.
 

@Antonio
continua a guardare solo avanti, la decisione ormai l'hai presa. Il guardarti indietro ti potrà soltanto distrarre e sottrarre focalizzazione ed energia ai progetti a cui stai lavorando.

@iper_linuxiano
benvenuto anche a te, spero che tu abbia trovato qualcosa di ciò che stavi cercando.

ciao
alexander
 


Posta un commento



Collegamenti a questo articolo:

Crea un link



<< Home